Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Più di 800 morti negli attentati dei separatisti baschi

Dopo 50 anni di tensione l'Eta annuncia il cessate il fuoco


Dopo 50 anni di tensione l'Eta annuncia il cessate il fuoco
05/09/2010, 19:09

LONDRA - Ha scelto di inviare un video alla Bbc il gruppo separatista basco Eta per annunciare un cessate il fuoco nella lotta armata. Una svolta che arriva dopo circa cinquant'anni e più di 800 morti ammazzati nel nome dell'indipendenza della regione iberica. Nel video, che il sito della Bbc afferma essere aver ottenuto “in esclusiva”, esponenti del gruppo armato basco dicono che “non faranno attacchi armati” nella loro campagna per l'indipendenza del paese basco, aggiungendo di aver preso la decisione “diversi mesi fa” e di averla sottoposta a un "processo democratico". Lo stesso annuncio è comparso anche sul giornale Gara.
Il governo spagnolo di Josè Luis Zapatero ha sempre dichiarato che avrebbe negoziato con l'Eta solo se quest'ultimo avesse rinunciato alla lotta armata.I l ministero dell'interno spagnolo finora non ha commentato l'annuncio. L'Eta aveva già dichiarato una tregua permanente nel marzo 2006, offerta però respinta dal premier Josè Luis Zapatero dopo che una bomba all'aeroporto di Madrid uccise due immigrati ecuadoriani. La violenza degli indipendentisti baschi in un quarantennio ha provocato la morte di circa 850 persone, anche se negli ultimi anni l'organizzazione, che opera in Spagna e anche nel sud della Francia, è stata falcidiata da molti arresti e sequestri di armi. L'Eta fu fondata nel 1959 durante la dittatura del generalissimo Franco, per favorire l'autodeterminazione dei baschi.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©