Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

DUBAI: CONTINUA IL MISTERO SULLA MORTE DI SUZANNE TAMIN


DUBAI: CONTINUA IL MISTERO SULLA MORTE DI SUZANNE TAMIN
31/07/2008, 12:07

Continuano le indagini, ma per ora senza esito, della polizia degli Emirati Arabi Uniti sulla morte di Suzanne Tamin, famosa popstar libanese, uccisa a casa sua lunedì notte. Era rientrata all'una di notte, accompagnata sotto la sua abitazione da alcuni amici, che poi se ne sono andati. Poco dopo si sono sentiti forti rumori provenienti dall'appartamento. La polizia è stata chjiamata, ma quando i poliziotti sono arrivati hanno potuto vedere solo la donna, ancora vestita in abito da sera, con la testa mozzata.

Secondo i gossip, la donna si era trasferita da circa otto mesi a Dubai, a causa del rovinarsi del suo rapporto con il secondo marito, il produttore libanese Adel Matouk. E qui aveva iniziato una relazione con un egiziano, del quale però non sono note le generalità. Almeno fino a lunedì scorso, quando una mano criminale l'ha decapitata.

Per quello che si è saputo finora, la popstar conosceva il suo assassino, in quanto l'edificio dove abitava, il Grattacielo di Dubai, è difeso da guardie di sicurezza che non farebbero passare nessuno, senza autorizzazione degli inquilini. Inoltre la porta di ingresso era intatta, il che vuol dire che la ragazza ha aperto la porta al suo assassino. Di conseguenza le indagini si muovono sulle frequentazioni maschili della Tamin.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©