Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

E' americano il funzionario Onu rapito in Pakistan


.

E' americano il funzionario Onu rapito in Pakistan
02/02/2009, 10:02

E' un cittadino statunitense il funzionario dell'Unhcr, l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, sequestrato oggi da un commando di miliziani armati fino ai denti nella provincia meridionale pakistana del Belucistan: lo ha reso noto un portavoce della polizia, Wazir Khan Nasir, che ha identificato l'ostaggio come John Solecki, responsabile dell'ufficio dell'agenzia Onu a Quetta, il capoluogo provinciale. I rapitori hanno intercettato la vettura di Solecki, un fuoristrada con le insegne del Palazzo di Vetro, mentre questi stava recandosi al lavoro in città: hanno sparato a bruciapelo per costringere a fermarsi l'autista, che è stato ferito in modo letale dai proiettili ed è deceduto subito dopo essere stato ricoverato in ospedale; il veicolo è andato a schiantarsi contro il muro di un vicino edificio e il funzionario è stato quindi portato via. Resta ignota al momento l'identità dei sequestratori, giacché non risultano ancora pervenute rivendicazioni di sorta. Una rappresentante dell'Unhcr a Islamabad, Amena Ali Kamal, ha confermato la cattura del collega senza peraltro fornire ulteriori dettagli. I rapimenti di stranieri sono frequenti in Pakistan, ma in genere si concentrano nel nord-overst, specie nelle selvagge aree tribali semi-autonome, roccheforti dei Talebani locali e dei loro alleati di 'al-Qaeda'.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©