Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

E' MORTO "L'UOMO CHE NON POTEVA RICORDARE"


E' MORTO 'L'UOMO CHE NON POTEVA RICORDARE'
05/12/2008, 14:12

Henry Gustav Molaison è morto ieri all'età di 82 anni. Era famoso perchè non riusciva a ricordare nulla di quello che era successo negli ultimi 55 anni. Infatti nel 1953, per interrompere gli attacchi epilettici che lo tormentavano dopo una caduta da bicicletta, con conseguente trauma cranico, i medici lo convinsero a sottoporsi ad una delicata operazione chirurgica al cervello. Nelle intenzioni dei medici, l'operazione avrebbe dovuto asportare quella parte del cervello responsabile degli attacchi epilettici. Ma allora le conoscenze del funzionamento del cervello erano molto inferiori rispetto a quelle attuali. E così i medici asportarono quella parte del cervello che, come si è scoperto dopo, consente di fissare i ricordi. DI conseguenza, da quel momento, Molaison fu incapace di ricordare quello che succedeva il giorno prima, per cui ogni volta che si risvegliava per lui era il "primo giorno", anche se ricordava alla perfezione quello che era successo quando lui era giovane: la Grande Depressione del 1929, la Seconda Guerra Mondiale e così via.

La sua esperienza è servita come basi per molti studi di neurologia, che hanno consentito di migliorare le conoscenze che abbiamo sul cervello.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©