Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Immutato il tasso di scambio dello yuan

Economia, Pechino frena: la valuta rimarrà stabile


Economia, Pechino frena: la valuta rimarrà stabile
20/06/2010, 20:06

Marcia indietro apparente della Banca centrale cinese sul valore dello yuan. In un comunicato pubblicato sul sito, si precisa che la valuta rimarrà stabile e che non vi sarà alcuna rivalutazione immediata della moneta. L'annuncio segue di un giorno quello con cui si garantiva invece una maggiore flessibilità del tasso di scambio dello yuan, così come sollecitato da numerosi Paesi della comunità internazionale, primi tra tutti gli Stati Uniti. Ieri il Presidente americano, Barack Obama, aveva infatti detto di accogliere con favore l'impegno di Pechino a rendere la valuta più flessibile sui mercati del cambio. "Al momento non c'è fondamento per una fluttuazione o un cambiamento significativo del tasso di cambio dello yuan", si legge in un comunicato pubblicato sul sito della banca. La "stabilità di base" della monetà sarà mantenuto, si precisa, sottolineando che mantenere lo yan a un "livello ragionevole, equilibrato" contribuirà ad assicurare la stabilità economica. "La gestione dell'aggiustamento del tasso di cambio dello yuan deve essere fatto in modo graduale", si legge inoltre.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©