Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

La motivazione, il trasferimento di 39 detenuti

Egitto: 4 morti e 325 feriti nelle rivolte di Port Said


Egitto: 4 morti e 325 feriti nelle rivolte di Port Said
04/03/2013, 09:46

PORT SAID (EGITTO) - Due poliziotti sono morti negli scontri di domenica a Port Said, in Egitto. Insieme a loro, anche due civili sono morti e altri 325 sono rimasti feriti. Tutto è iniziato quando si è diffusa la notizia che 39 detenuti sarebbero stati trasferiti. Una grossa folla si è radunata davanti le carceri, fronteggiata da un gruppo equivalente di poliziotti. Gli scontri hanno dato il risultato sopra descritto. 
Ormai sono tre settimane che la città di Port Said è un inferno, con continue manifestazioni che quasi sempre finiscono in violenze e in morti. Purtroppo è l'intero Egitto che è attraversato da un sentimento di paura e di rabbia, causato in parte dalla crisi, ma anche dai forti contrasti tra il Presidente Morsi e le opposizioni. 
A cercare di calmare le acque, l'impegno preso ieri dal Segretario di Stato americano John Kerry col Presidente Morsi: 450 milioni di dollari di aiuti nei prossimi due anni. La prima tranche sarà di 190 milioni per il Tesoro egiziano più 60 per un fondo per il credito alle imprese locali. Un appoggio esplicito al Presidente, che ha provocato la dura reazione delle opposizioni. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©