Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

La sentenza frutto del ricorso di un partito di sinistra

Egitto: banditi i Fratelli Musulmani, Tribunale ne confisca i beni


Egitto: banditi i Fratelli Musulmani, Tribunale ne confisca i beni
23/09/2013, 16:23

IL CAIRO (EGITTO) - Può essere un episodio destinato a spegnere per sempre ogni tentativo di rivolta in Egitto, oppure a scatenare una vera e propria guerra civile. Sto parlando della sentenza che la Corte del Cairo ha emesso oggi, dichiarando il bando dei Fratelli Musulmani. E' stata stabilita la chiusura di tutte le sedi della confraternita e di "qualunque istituzione che ne derivi oppure riceva assistenza finanziaria da esso". Inoltre è stato dato l'ordine di confiscare tutti i soldi, i beni mobili ed immobili appartenenti ai Fratelli Musulmani, invitando il governo a creare una commissione che li gestisca fino alla sentenza finale della Corte. 
La sentenza nasce da un ricorso di un partito di sinistra, Tagammu, che ha accusato i Fratelli Musulmani di usare la religione come slogan politico e di essere un gruppo terroristico. La sentenza permetterà anche alle autorità di censurare la comunicazione politica della Fratellanza sui social network, che è la principale arma di propaganda politica 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©