Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Non si sa ancora se è stato un attentato o un incidente

Egitto, esplosione in gasdotto nel Sinai


Egitto, esplosione in gasdotto nel Sinai
07/07/2013, 13:05

Dopo la deposizione del presidente Morsi da parte dei militari e le conseguenti manifestazioni  e tensioni, continuano i disordini in Egitto, dove un’esplosione – le cui cause non sono ancora state accertate – ha colpito il gasdotto che collega l’Egitto alla Giordania, nel Sinai, un’area che recentemente è stata teatro di attacchi terroristici. L’esplosione si è verificata questa notte e ancora non si può dire con certezza se sis sia trattato di un incidente o di un attentato.

Dalla caduta del rais Hosni Mubarak nel 2011, il gasdotto è stato attaccato più volte. L’ultimo attacco risaliva al luglio scorso. Il nuovo incidente è avvenuto in un clima di tensione piuttosto elevata che il Paese sta attraversando. Da venerdì, infatti, almeno cinque soldati e un sacerdote copto sono stati uccisi nel Sinai settentrionale da uomini armati sostenitori di Morsi.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©