Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Ma i Fratelli Musulmani si tirano fuori

Egitto, il neopremier comincia a formare il governo


Egitto, il neopremier comincia a formare il governo
10/07/2013, 10:15

IL CAIRO (EGITTO) - Il neopremier incaricato, l'economista Hazem el Beblawi, ha avviato le consultazioni per il nuovo governo dell'Egitto, che dovrebbe traghettare il Paese, attraverso la riforma della Costituzione, a nuove elezioni. Beblawi ha iniziato le consultazioni parlando con Mohamed el Baradei e Ziad Bahaa-Eldin, cioè i due che erano stati candidati prima di lui. Ma il governo non godrà dell'appoggio dei Fratelli Musulmani, che si sono tirati fuori: "Non trattiamo con i golpisti, respingiamo qualunque cosa che arrivi da questo colpo di Stato". 
Intanto continuano le violenze nel Paese. A cui si aggiungono una serie di attacchi, attribuiti ad estremisti islamici, nel Sinai, vicino al confine con Gaza ed Israele. Per esempio, un lancio di razzi contro un posto di controllo ha causato due morti e sei feriti tra i poliziotti. Poco prima c'era stato uno scontro a fuoco tra i poliziotti ed altre persone identificate genericamente come "estremisti islamici". Ma nessuno ha rivendicato l'attacco, condotto con mezzi troppo "militari" per essere una semplice protesta violenta. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©