Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Uno è un professore americano, ucciso con una coltellata

Egitto in fiamme, 4 morti negli scontri nel Paese


Egitto in fiamme, 4 morti negli scontri nel Paese
29/06/2013, 11:07

IL CAIRO (EGITTO) - Sono continuati nella notte gli scontri iniziati venerdì in Egitto, tra i sostenitori del presidente Morsi, legati a Fratelli Musulmani, e gli oppositori. Una lotta senza quartiere che ha già provocato quattro morti e oltre 150 feriti. Tre di questi sono stati uccisi ad Alessandria, dove gli scontri sono iniziati. Tra di loro il 21enne Andrew Victor, professore presso il Centro culturale statunitense di Alessandria. Secondo quanto accertato, è stato ucciso da una coltellata al petto mentre girava un video. Qui è stata anche incendiata una sede dei Fratelli Musulmani. 
Altro centro degli scontri è stata la città di Port Said dove, durante una manifestazione contro il Presidente è scoppiata una bombola di gas. Il bilancio è stato di un morto e decine di feriti. 
Il governo statunitense, vista l'escalation, ha chiesto ai cittadini Usa di andare via dal Paese e ha evacuatod all'ambasciata tutto il personale non indispensabile.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©