Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Erano stati bloccati in fabbrica sabato pomeriggio

Egitto: liberati gli otto consulenti italiani in ostaggio


Egitto: liberati gli otto consulenti italiani in ostaggio
09/03/2012, 11:03

IL CAIRO – Sono tornati liberi gli otto consulenti italiani, insieme ai due spagnoli, tenuti in ostaggio, in Egitto, da un gruppo di sindacalisti in sciopero da sabato pomeriggio. Gli otto uomini appartengono al grande gruppo industriale di ceramiche egiziano “Cleopatra”: erano stati bloccati dal gruppo di operai in sciopero nella fabbrica di Ain Sokha, a circa 100 chilometri dal Cairo sul Mar Rosso. Nella notte, però, il lieto fine: sono stati liberati alle 4:30 locali, le 3:30 in Italia. Secondo quanto viene fatto sapere da fonti dell’Ambasciata italiana, gli otto sono stati liberati “dopo una lunga trattativa”. I consulenti ora sono al Cairo e stanno bene, “sono tranquilli e ringraziano l’Ambasciata per il lavoro svolto". Dovrebbero ripartire per tornare a casa in giornata. Non è la prima volta che alcuni dipendenti della “Ceramica Cleopatra” vengano trattenuti contro la propria volontà all’interno dello stabilimento: già nello scorso febbraio si era verificato un episodio analogo durato però solo poche ore.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©