Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Arrestato e rilasciato capo della redazione locale

Egitto, militari entrano nella sede di Al Jazeera


Egitto, militari entrano nella sede di Al Jazeera
07/07/2013, 20:56

Ancora scontri e disordini in Egitto. Oggi i militari sono entrati redazione di Al Jazeera a Il Cairo dove hanno arrestato – per poi rilasciare – il capo della redazione locale che è stato sottoposto ad un interrogatorio. A riferire la notizia  la stessa emittente. Intanto i militari si sono divisi tra la Capitale e il resto del paese in attesa di nuovi scontri fra i manifestanti sostenitori del presidente dei Fratelli Musulmani e i suoi oppositori.
Tantissimi i manifestanti anti-Morsi che hanno occupato Piazza Tahrir, aggiungendosi  a quelli già accampati. I sostenitori di Morsi hanno fatto sapere che non cesseranno la protesta fin quando l’ormai ex presidente deposto dai militari non tornerà al suo posto e ha invitato i suoi seguaci a scendere in piazza "a milioni" contro quello che viene definito lo "stato di polizia" instaurato con il colpo di Stato e contro la nomina del nuovo premier.
Intanto, continuano i “preparativi” per la formazione del nuovo governo di transizione dopo che è circolato il nome del Nobel per la Pace, Mohammed El-Baradei, ex segretario generale dell'Aiea inviso alla Fratellanza, ma che potrebbe non essere l'unica opzione, come trapelato nelle scorse ore.
"L'Egitto ha urgente bisogno di ritornare alla normalità evitando arresti arbitrari e assicurando un regolare processo alle persone arrestate". È quanto dichiarato dal ministro degli Esteri, Emma Bonino. "Il ritorno alla normalità è necessario anche per risolvere le quotidiane sfide economiche e sociali che più di ogni altra cosa toccano da vicino i comuni bisogni della popolazione", ha dichiarato infine il ministro. 

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©