Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

L'ex Rais a giugno era stato condannato all'ergastolo

Egitto, nuovo processo a Mubarak il 13 aprile

Nel 2011 avrebbe ordinato l'uccisione dei manifestanti

Egitto, nuovo processo a Mubarak il 13 aprile
03/03/2013, 13:36

IL CAIRO - La Corte d'appello egiziana ha stabilito che il 13 aprile inizierà il nuovo processo all'ex presidente Hosni Mubarak, al suo ministro dell'Interno, Habib al-Adly, e ai suoi collaboratori per aver ordinato l'uccisione dei manifestanti nella rivolta del 2011. Lo ha riferito l'agenzia di stampa egiziana Mena.

A gennaio era stata ordinata l'apertura di un nuovo processo, dopo che lo scorso giugno l'ex presidente, ormai ricoverato in un ospedale militare, era stato condannato all'ergastolo assieme all'ex ministro dell'Interno, Habib al-Adly, per la morte dei manifestanti durante le rivolte che avevano portato al rovesciamento del suo regime. Mubarak, infatti, aveva presentato ricorso contro la condanna all'ergastolo e tra poco più di un mese affronterà il nuovo processo. Insieme a lui, sul banco degli imputati, ci saranno anche i suoi due figli, Alaa e Gamal, accusati di corruzione.

Intanto la Corte costituzionale egiziana ha rigettato i ricorsi sulla legalità della commissione (composta per la maggior parte da integralisti islamici) che ha redatto la nuova Costituzione che, seppur contestata, è tuttavia entrata in vigore lo scorso dicembre in seguito ad un referendum. I ricorsi erano stati depositati per contestare, in particolar modo, i criteri attraverso cui erano stati selezionati i membri della commissione.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©