Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Un altro è in fin di vita

Egitto, scontri all'università: muore uno studente islamico

Alcuni studenti hanno incendiato l'edificio

Egitto, scontri all'università: muore uno studente islamico
29/12/2013, 11:08

IL CAIRO (EGITTO) - Violenti scontri si sono registrati ieri al Cairo presso un edificio dell’università della città, dove un ragazzo, uno studente islamico, ha perso la vita durante gli scontri tra polizia e manifestanti vicini ai Fratelli musulmani ed un altro è rimasto gravemente ferito, tanto che pare essere in fin di vita. L’organizzazione dei Fratelli musulmani è stata definita coe “terroristica” dal governo di transizione che è salito al potere in seguito alla destituzione “manu militari” dell’ex presidente egiziano Mohamed Morsi. Nel corso degli scontri, durante i quali gli studenti islamici vicini ai Fratelli musulmani hanno incendiato un edificio dell’università, sono rimaste ferite 14 persone, tra cui anche dei poliziotti.

I disordini, secondo quanto riferito dal sito web del giornale egiziano Al-Ahram, sono iniziati quando la polizia ha lanciato lacrimogeni per disperdere i manifestanti, che stavano impedendo l’ingresso ad altri studenti all’università per partecipare alla sessione d’esami prevista per ieri mattina. I manifestanti hanno reagito incendiando gli edifici della facoltà di Economia e Commercio, in cui essi si trovavano, dando inizio agli scontri veri e propri. Negli scontri sono state arrestate 68 persone, di cui sette donne. Al momento sembra essersi placata la situazione, ma si cercano le decine di persone che si sono inserite tra i manifestanti a volto coperto, di cui ancora non si conosce l’identità.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©