Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

La Polizia ha usato anche i lacrimogeni

Egitto, un morto negli scontri tra presidenzialisti e islamisti


Egitto, un morto negli scontri tra presidenzialisti e islamisti
28/06/2013, 20:34

ALESSANDRIA (EGITTO) - Ancora scontri ad Alessandria d'Egitto, tra manifestanti vicini al Presidente Morsi e manifestanti vicini ai Fratelli Musulmani. 
I due gruppi si stavano fronteggiando nel quartiere di Sidi Gaber, dove c'è la sede dei Fratelli Musulmani, in una situazione di forte tensione. All'improvviso qualcuno tra gli islamisti ha sparato con fucili a pallini sui manifestanti della parte opposta, scatenando una reazione violenta dei fedelissimid el Presidente Morsi. In breve le due fazioni hanno cominciato una violenta guerriglia reciproca, che ha provocato finora un morto e 74 feriti, di cui 7 sono quelli  iniziali, colpiti dai pallini. 
Ma il bilancio, che proviene da fonti mediche locali, è ancora provvisorio. Sia perchè gli scontri continuano, sia perchè ci sono anche dei feruiti che hanno preferito curarsi da soli per non essere schedati.
La POlizia è intervenuta con un fitto lancio di lacrimogeni nelle zone più "calde", per disperdere la folla; ma l'intervento non ha funzionato e quindi si è ritirata.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©