Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Manca l'ufficialità, si parla del 95% di favorevoli

Egitto: valanga di sì per la nuova Costituzione


Soldati egiziani di guardia ad un seggio
Soldati egiziani di guardia ad un seggio
16/01/2014, 09:16

IL CAIRO (EGITTO) - Manca ancora l'ufficialità, che verrà data entro 24 ore, ma la nuova Costituzione è stata accolta dalla popolazione egiziana a larghissima maggioranza. Si parla di un 95% di voti favorevoli, su una affluenza del 42% della popolazione. Il dato può sembrare minimo, ma - per fare un paragone - alle elezioni del 2012 partecipò solo il 33%. 
Ma nel frattempo continuano le tensioni, con i Fratelli Musulmani che cercano ancora di scatenare disordini, come è successo ieri, quando un centinaio di manifestanti si sono radunati davanti la caserma della Polizia ad Heliopolis, dando l'assalto ad un check-point. E' bastato il lancio di lacrimogeni a disperderli, senza creare troppo tumulto. Inoltre sono state arrestate altre 78 persone - dopo le 249 degli scorsi due giorni - con l'accusa di aver tentato di impedire il referendum. La maggior parte di loro sono stati arrestati nel sud del Paese. 
Sia la vittoria nel referendum che l'uso della forza contro i Fratelli Musulmani segnano il predominio politico del generale Abdel Fatah al-Sisi, vicepremier e ministro della Difesa e capo delle Forze armate egiziane, diventato ormai l'uomo forte del Paese.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©