Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

I militari chiudono il ponte 6

Egitto/Ramses Square, salito ad almeno 95 morti il bilancio delle vittime

Altra giornata di sangue

Egitto/Ramses Square, salito ad almeno 95 morti il bilancio delle vittime
16/08/2013, 20:00

EGITTO - Secondo fonti vicine ai Fratelli musulmani, la polizia ha preso d'assalto la moschea nella quale si trovano decine di corpi di manifestanti. Testimoni fanno sapere che ad al Jazira lacrimogeni e colpi di arma da fuoco sono stati sparati nei pressi della moschea al Iman al Cairo, a poca distanza da piazza Rabaa.
La moschea è divenuta una sorta di 'obitorio' per le decine di vittime, 250 secondo i manifestanti, uccise ieri a Rabaa. A quanto si apprende, i cadaveri di al Iman non sono stati inclusi nell'ultimo bilancio ufficiale, che conta 638 morti nelle ultime 24 ore. Decine di salme, avvolte in un lenzuolo bianco e in alcuni casi 'raffreddate' da una busta di plastica verde piena di ghiaccio.
A sua difesa, i pro-Morsi avevano eretto nuove barricate. Nella moschea, nel corso della sera, erano arrivati i familiari delle vittime.
I militari hanno chiuso il ponte 6 ottobre, una delle principali arterie della capitale, e altre strade di accesso al centro. I Fratelli musulmani hanno indetto per oggi "La giornata della collera", dopo gli oltre 600 morti - secondo il bilancio del governo - a Rabaa e Nahda. Gli anti-Morsi hanno invitato a presidiare "ogni angolo" della città e annunciato che si confronteranno con i Fratelli musulmani.
La presidenza egiziana critica fortemente la condanna di Obama contro le repressioni: "Dichiarazioni non basate su fatti possano incoraggiare i gruppi armati violenti", afferma l'Egitto in un comunicato
Come ha reso noto l'ambasciatrice argentina all'Onu, Maria Cristina Perceval, il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite chiede a tutte le parti in campo la fine delle violenze in Egitto e esorta alla massima moderazione.

AGGIORNAMENTO DELLE 12.01

"Il popolo egiziano continuerà la sua resistenza pacifica fino a che i golpisti non se ne andranno": è il testo di un comunicato della guida dei Fratelli musulmani, Mohamed el Badie. 

AGGIORNAMENTO DELLE 13.00

"Ieri notte ci sono state molte manifestazioni dei Fratelli musulmani; c'è stata violenza non solo nelle chiese ma anche nelle istituzioni: sono state incendiate anche stazioni di polizia. 40 chiese, di cui 10 cattoliche e 30 tra ortodosse e protestanti, sono state razziate o date alle fiamme se non addirittura rase al suolo". Lo riferisce alla Radio Vaticana padre Rafic Greiche, portavoce dei vescovi cattolici egiziani, accusando la Fratellanza di non volere il dialogo. 

AGGIORNAMENTO DELLE 14.37

Almeno 4 manifestanti islamici pro-Morsi sono stati uccisi dalla polizia a Ismailiya, a nordest del Cairo. Mentre un altro morto si registra negli scontri in atto a Tanta e un sesto a Mansoura. Lo riferiscono testimoni.
Manifestanti islamici stanno marciando a Hurgada, località turistica sul Mar Rosso frequentata da turisti stranieri fra cui non pochi italiani, inneggiando al presidente deposto Mohamed Morsi e denunciando il massacro di Rabaa e Nahda, al Cairo.
La polizia ha aperto il fuoco contro i manifestanti anche a Tanta e Giza. Si sentono distintamente colpi di armi automatiche dalla diretta delle tv panarabe. 

AGGIORNAMENTO DELLE 16:15

ll Presidente del Consiglio, Enrico Letta, sta seguendo ''con la massima attenzione e vivissima preoccupazione'' gli sviluppi della situazione in Egitto e si tiene in stretto contatto con il ministro Emma Bonino. In tale contesto, Letta avrà alle 16:30 un colloquio telefonico con il Presidente della Repubblica francese Francois Hollande. 


AGGIORNAMENTO DELLE 20:00 (A cura di Rosario Scavetta)

IL CAIRO - Secondo un ultim'ora della rete al Jazira e' salito ad almeno 95 morti il bilancio provvisorio delle vittime solo a Ramses Square nel cuore del Cairo. In precedenza la stessa rete aveva dato notizia che elicotteri militari avevano aperto il fuoco sui sostenitori dell'ex presidente Mohamed Morsi riuniti nella piazza cairota dove si sono concentrati i manifestanti da tutta la citta' . 

 

 

Commenta Stampa
di Francesca Galasso
Riproduzione riservata ©