Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Dichiarazioni pesanti dell'ex direttore dell'Aiea

El Baradei: "Se sarò eletto, aprirò il valico di Rafah per aiutare i palestinesi"


El Baradei: 'Se sarò eletto, aprirò il valico di Rafah per aiutare i palestinesi'
02/04/2011, 15:04

IL CAIRO (EGITTO) - Si scalda la contesa per le elezioni presidenziali in Egitto. Ad attizzare il fuoco sono state le dichiarazioni fatte ieri da Mohammed El Baradei, ex direttore dell'Agenzia internazionale sull'energia atomica (Aiea). Parlando ai suoi sostenitori, il candidato alla presidenza ha detto che, se verrà eletto, provvederà a tenere stabilmente aperto il valico di Rafah, che è l'unico collegamento che ha la striscia di Gaza con l'Egitto ed anche l'unico non direttamente sotto il controllo degli israeliani. E poi ha aggiunto: "Nel caso di un eventuale attacco israeliano contro Gaza, l'Egitto dichiarerà guerra al regime di Tel Aviv". Inoltre ha specificato che il suo governo non intraprenderà iniziative di conciliazione finchè il governo israeliano non lascerà libere le terre illegalmente occupate in Palestina dopo il 1967.
Si tratta della prima volta da molto tempo che l'Egitto esibisce posizioni simili. Il regime di Mubarak, infatti, era sempre stato ostile ai palestinesi ed aveva collaborato sempre molto volentieri con gli Stati Uniti ed Israele per mantenere i palestinesi imprigionati in quella enorme prigione a cielo aperto che è la Striscia di Gaza.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©