Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

6 operatori, di cui 5 italiani, in volo per Kabul

Emergency: la polizia afgana prende l'ospedale di Lashkar-gah


Emergency: la polizia afgana prende l'ospedale di Lashkar-gah
13/04/2010, 10:04

LASHKAR-GAH (AFGHANISTAN) - Mossa finale della polizia afgana contro Emergency: i sei operatori stranieri dell'ospedale di Lashkar-gah sono stati spostati a Kabul ed è stato lasciato solo il personale afgano, sorvegliato strettamente dai poliziotti locali. Si tratta di cinque italiani (quattro sono donne) ed un indiano, che ufficialmente sono stati spostati per accordo tra l'organizzazione umanitaria e la polizia afgana. In realtà, il fatto che dopo l'arresto dei tre italiani questi sei operatori siano stati lasciati a casa, dimostra che si tratta di una serie di misure con cui il governo afgano, con l'aiuto e la complicità del governo Karzai e dei soldati occidentali, intende eliminare una struttura necessaria per aiutare i poveri afgani e degli scomodi testimoni, difficili da zittire.
Intanto non si sa niente di Matteo Dell'Aira, Marco Garatti e Matteo Pagani, i tre italiani di Emergency rapiti dai servizi di sicurezza afgani. Sembra che il governo sia pronto ad una specie di accordo: fuori dall'Afganistan Emergency, in cambio della liberazione dei tre medici italiani. E questo spiegherebbe la totale immobilità del nostro gobverno, che si è espresso solo contro Gino Strada e contro la meritoria operatività di Emergency, mentre non ha fatto nulla per ottenere la liberazione dei medici italiani

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©