Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Le lettere abolite all'epoca di Ataturk

Erdogan tende la mano ai curdi: si potranno usare x, q e w


Erdogan tende la mano ai curdi: si potranno usare x, q e w
27/09/2013, 20:29

ANKARA (TURCHIA) - Può sembrare strano, ma la distensione tra il governoi turchi e i curdi, passerà anche attraverso la possibilità di scrivere. 
Infatti nel 1928, quando il presidente di allora Ataturk, nella sua opera di laicizzazione del Paese, passò dall'alfabeto arabo all'alfabeto latino, fece una legge che vietava l'uso di tre lettere q, w e x. Questo perchè si tratta di tre lettere i cui suoni sono molto usati nella lingua araba. Ma sono anche tre lettere molto usate nella lingua curda. E questa legge provocò, soprattutto prima della Seconda Guerra Mondiale, l'arresto di molti parlamentari che avevano usato queste lettere nei documenti ufficiali. 
Oggi Erdogan abolisce quella legge, come uno dei passi verso la pacificazione tra turchi e curdi, in guerra da 30 anni, con una media di vittime di 1000 all'anno, per lo più tra i curdi. Curdi che finora sono stati molto odiati dai turchi, che hanno sempre rifiutato anche solo di riconoscere la diversa etnia, chiamandoli "turchi di montagna" (la zona curda è montuosa). 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©