Dal mondo / Estremo Oriente

Commenta Stampa

Ex segretario del partito di Chongqing

Ergastolo per Bo Xilai, corruzione e abuso di potere


Ergastolo per Bo Xilai, corruzione e abuso di potere
22/09/2013, 21:40

SHANGHAI – Il “principe” rosso cinese Bo Xilai, ex segretario del partito di Chongqing,  è stato condannato all'ergastolo. Xilai è stato riconosciuto colpevole di corruzione, appropriazione indebita e abuso di potere. Per il primo reato è stato condannato all'ergastolo, 15 anni per appropriazione indebita e 7 per abuso di potere.   Fino alla sua caduta in disgrazia, Bo Xilai era considerato uno degli astri emergenti della politica cinese e destinato ad importanti incarichi. In due processi paralleli, sono stati già condannati sua moglie, Gu Kailai (alla pena di morte commutata poi in ergastolo per l'omicidio e dell'uomo d'affari britannico Neil Heywood) e ad una pena di 15 anni Wang Lijun, ex capo della polizia di Chongqing ed ex braccio destro di Bo Xilai;  dalle cui dichiarazioni è cominciata l'indagine che ha portato alla caduta di Bo Xilai.  

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©