Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Si segue la pista criminalità organizzata

Esplode auto davanti al Ministero della Difesa


Esplode auto davanti al Ministero della Difesa
10/01/2013, 14:44

TEL AVIV – E’ di dieci feriti il bilancio dell’esplosione di un’auto avvenuta stamattina davanti al Ministero della Difesa a Tel Aviv. Queste sono le informazioni ufficiali che vengono rilasciate dalla radio militare israeliana. Da una prima ricostruzione, sembra che la deflagrazione sia avvenuta a causa di una bomba collocata sotto il veicolo, la polizia teorizza che si tratti di un atto di criminalità comune da non considerarsi riconducibile al terrorismo palestinese. Il portavoce della polizia Micky Rosenfeld ha così affermato: “Dai primi rilievi, sembra si tratti di un regolamento di conti”. Per gli investigatori si tratta di un attentato alla vita di Nissim Alperon, fratello di Yaakov, noto boss israeliano morto nel 2008 ed ex leader della criminalità organizzata nello stato ebraico.Già in passato, Nissim Alperon è riuscito a sventare altri tentativi di omicidio, come quello ultimo risalente allo scorso giugno nel quartiere Ramat Gan, sempre a Tel Aviv. La polizia sta lavorando per una costante e massiccia lotta alla criminalità organizzata di natura mafiosa. 

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©