Dal mondo / Australia

Commenta Stampa

Ancora non si conoscono le cause dell'incidente

Esplosione in miniera in Nuova Zelanda: 30 minatori dispersi


Esplosione in miniera in Nuova Zelanda: 30 minatori dispersi
19/11/2010, 09:11

WELLINGTON (NUONA ZELANDA) - Circa 30 minatori sono stati dichiarati dispersi in seguito all'esplosione della miniera di carbone nel sito di Pike River di Atarau, a circa 50 chilometri a nord della città di Greymouth, nella regione nord-occidentale della Nuova Zelanda. A dare la notizia dell'accaduto è stato il sindaco di Greymouth, Tony Kokshoorn, in un comunicato radiofonico. Dell'incidente, avvenuto alle ore 16,30 (ore 4,30 in Italia), come si deduce dalle informazioni poco rassicuranti che i suoi portavoce hanno diffuso, nemmeno la stessa compagnia che gestisce la miniera, la Pike River Coal Company, è riuscita a stabilire le cause.
Le autorità locali e le squadre di soccorso sono intervenute sul luogo del disastro e in questo momento si sta procedendo con le operazioni di scavo e soccorso, ma fino ad ora sono stati tratti in salvo soltanto due minatori, mentre è impossibile comunicare con gli altri, rimasti sottoterra.
La miniera ha iniziato solo nel 2009 la produzione di carbone coke destinato all'industria siderurgica, dopo 10 anni di costruzione di un tunnel di accesso lungo 2,4 chilometri , scavato sotto il monte Paraoa.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©