Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Il nostro Paese dovrà risarcire 15 mila euro

Espulse tunisino che venne torturato: Italia condannata

La sentenza della Corte di Strasburgo può essere appellata

Espulse tunisino che venne torturato: Italia condannata
05/04/2011, 15:04

STRASBURGO (FRANCIA) - Ancora una condanna per l'Italia, da parte della Corte di Strasburgo. Ma questa è una delle più penose.
C'è la storia di Ali Ben Sassi Toumi, condannato in Italia nel 2007 a 6 anni di reclusione con l'accusa di terrorismo internazionale. Nel 2009 era stato liberato e poi espulso e rimandato nel suo Paese, in Tunisia, in ossequio alle norme della legge Bossi-Fini. Ma la Corte Europea aveva già allora chiesto all'Italia di non procedere all'espulsione, perchè Toumi rischiava trattamenti non umanitari in patria. Ma l'Italia, mentendo, assicurò che il governo tunisino aveva garantito della vita di Toumi e procedette con l'espulsione.
Ma appena arrivato in Tunisia, Toumi è stato arrestato, portato in carcere e torturato; venne poi rilasciato solo in cambio della promessa di non denunciare i fatti.
La Corte di Strasburgo ha quindi condannato l'Italia a risarcire Toumi per 15 mila euro. E per sua fortuna, ha potuto presentare ricorso, essendo vivo. Ma quante delle persone che sono state espulse dallItalia sono state mandate a morte nei loro Paesi?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©