Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Etiopia, in migliaia rendono omaggio alla salma di Meles


Etiopia, in migliaia rendono omaggio alla salma di Meles
22/08/2012, 15:37

C'erano i vertici politici e militari, le autorita' religiose e il corpo diplomatico al completo, ma anche diverse migliaia di etiopi comuni, a rendere l'estremo omaggio alla salma di Meles Zenawi, il primo ministro dell'Etiopia morto due notti fa in ospedale a Bruxelles per una misterosa infezione, rimpatriata all'alba a bordo di un aereo di linea della compagnia di bandiera 'Ethiopian Airlines'. Le spoglie dell'ex leader separatista tigrino, con la bandiera ad avvolgere il feretro, sono state fatte scendere dalla stiva del velivolo mentre una banda suonava l'inno nazionale, e un picchetto militare presentava le armi. In prima fila la vedova Azeb Mesfin e le due figlie della coppia (ma si dice che in realta' siano tre), vestite a lutto, e in lacrime il vice premier nonche' ministro degli Esteri, Hailemariam Desalegn, che assumera' ad interim la carica di Meles fino alle prossime elezioni, in programma fra tre anni. Davanti alla folla commossa, in mezzo alla quale molti levavano mazzi di fiori, candele o ritratti dello scomparso, il carro funebre si e' quindi mosso in corteo verso il Palazzo Nazionale, residenza ufficiale del capo del governo situata nel cuore di Addis Abeba, dove la bara rimarra' esposta nella camera ardente in vista dei solenni funerali di Stato, per i quali non e' peraltro ancora stata fissata una data precisa. Nell'attesa, rimarra' in vigore il lutto nazionale. Verso sera la capitale etiopica e' parsa tornare lentamente alla normalita', uffici e negozi hanno riaperto, ma tutti erano bardati con l'effigie di Meles, mentre le emittenti radio-televisive continuavano a trasmettere le immagini del rimpatrio accompagnate dagli elogi funebri.

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©