Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Obbedienti ad una richiesta degli USA

Eurodeputati rinunciano a missione diplomatica in Iran


Eurodeputati rinunciano a missione diplomatica in Iran
04/01/2010, 11:01

BRUXELLES - Era prevista una missione diplomatica d Europarlamentari a Teheran, dal 7 all'11 maggio. Ma, come annunciato oggi dal portavoce del Ministero degli Esteri iraniano, la visita è stata rinviata, per "fare gli opportuni preparativi per far sì che la visita favorisca il raggiungimento dei massimi livelli di cooperazione parlamentare costruttiva fra Teheran e l'Unione europea", come dice la motivazione ufficiale. Ma in realtà ci sono due motivazioni ben più reali. Innanzitutto la forte pressione che gli USA stanno facendo per isolare completamente l'Iran sullo scenario internazionale; e questa visita rischia di avallare il governo iraniano. Di conseguenza una quindicina di parlamentari statunitensi hanno scritto una lettera al Presidente dell'Europarlamento, per chiedere l'annullamento della visita suddetta. Inoltre c'è malumore anche all'interno della delegazione, dove alcuni eurodeputati hanno protestato sulal decisione. Tra di loro, i tre deputati del Pdl: Marco Scurria, Salvatore Tatarella e Potito Salatto.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©