Dal mondo / America

Commenta Stampa

Salgono a 8 le persone morte, 99 quelle contagiate

Febbre suina: il presidente Calderon invita a restare a casa


Febbre suina: il presidente Calderon invita a restare a casa
30/04/2009, 09:04

Il Presidente del Messico Felipe Calderon è apparso - per la prima volta dall'inizio dell'epidemia - sugli schermi televisivi, chiedendo alla popolazione di restare a casa tra il primo e il cinque maggio, periodo di pausa dell'economia, in cui resteranno chiuse tutte le fabbriche e tutti i servizi non essenziali, compresi alcuni Ministeri. E' l'ennesimo tentativo di battere questa influenza suina con l'isolamento delle persone, dopo le ordinanze con cui sono stati chiusi bar, ristoranti, cinema, scuole e ogni altro luogo di ritrovo, in Messico.
Inoltre le autorità sanitarie hanno dichiarato che ci sono stati 99 casi accertati di persone colpite da influenza suina (contro i quasi 1500 sospetti), di cui 8 sono morte (e non 159, come si diceva fino a ieri). Tuttavia la mortalità appare molto alta, per una normale influenza; e quindi l'OMS ha portato il livello di allerta da 4 a 5, in una scala di 6. Ciò significa che si teme la pandemia (livello 6).
Nel frattempo giunge la notizia che in Nuova Zelanda ci sarebbero 13 casi confermati: una comitiva scolastica appena tornata dalle vacanze in Messico.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©