Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Intere città isolate, non c'è ancora un dato ufficiale

Filippine: oltre 1200 le vittime del tifone Haiyan


Filippine: oltre 1200 le vittime del tifone Haiyan
09/11/2013, 14:04

MANILA (FILIPPINE) - Il tifone Haiyan ha lasciato le Filippine, diretto verso Vietnam e Laos. Ma dietro di sè ha lasciato solo morte e distruzione. E non deve stupire se si pensa che è accompagnato da venti che vanno ad oltre 300 Km/h, il che lo rende il più potente tifone mai registrato. E non che sia una novità per le Filippine, che sono il primo lembo di terra che i tifoni dell'Oceano Pacifico incontrano dopo la loro formazione. 
La Croce Rossa, che è giunta sul posto, parla di 1200 morti, ma è solo una stima. Ci sono alcune zone, quelle attraversate direttamente dalla parte più violenta del tifone, che sono ancora isolate, dato che frane e nubifragi hanno distrutto qualsiasi via di accesso. Invece sono state buone le misure prese dal governo, grazie alle quali mezzo milione di persone sono sfuggite alla violenza della natura. Ugualmente isolate sono alcune isole, come quella di Leyte, che è stata solo sorvolata dagli elicotteri, da cui si sono viste solo case distrutte, strade allagate e cadaveri trasportati dalla corrente.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©