Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Dall'inizio del suo mandato, quasi 3000 morti

Filippine, Presidente Duterte: "Sterminerò i tossicodipendenti"


Filippine, Presidente Duterte: 'Sterminerò i tossicodipendenti'
30/09/2016, 17:17

MANILA (FILIPPINE) - Il Presidente delle Filippine Rodrigo Ruterte fa ancora parlare di sè. In Vietnam ha usato parole dure contro i tossicodipendenti del suo Paese: "Hitler ha sterminato tre milioni di ebrei (nelle Filippine evidentemente la propaganda israeliana arriva in maniera dimezzata; in Italia si racconta che sono stati 6 milioni, ndr). Nelle Filippine ci sono adesso tre milioni di tossicodipendenti. Sarei felice di sterminarli". 

Una frase che non è campata in aria. Dall'inizio del suo mandato nelle Filippine la Polizia ha ucciso 1247 presunti spacciatori ed altre 1721 persone coinvolte nei traffici di droga sono state uccise dalla Polizia in circostanze poco chiare. In totale, secondo le organizzazioni locali, nelle Filippine i tossicodipendenti sono 1,8 milioni. Riuscirà Duterte ad organizzare lo sterminio dei tossicodipendenti?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©