Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

FILIPPINE, RIBELLI DEL MILF VOGLIONO COLLOQUI DI PACE


FILIPPINE, RIBELLI DEL MILF VOGLIONO COLLOQUI DI PACE
30/12/2008, 17:12

I ribelli separatisti del Fronte di liberazione islamico Moro (Milf) hanno dichiarato la loro disponibilità a riavviare colloqui di pace con il governo. In una nota diffusa in questi giorni, e sottoscritta dal comitato centrale e dal comandante in capo del movimento ribelle Haj Murad Ebraim, i ribelli hanno posto quattro condizioni per riavviare il dialogo: la fine di tutte le operazioni militari in corso contro il Milf; che la Malesia continui a svolgere il ruolo di mediatore; che il team di osservatori internazionali possa effettivamente svolgere il suo compito e indagare sulle violazioni del cessate-il-fuoco avvenute dal primo luglio di quest'anno; e infine che sia rispettato l'impegno preso tra governo e Milf nel Memorandum d'intenti per le terre ancestrali (Moa). Proprio l'annullamento di quest'accordo, dopo proteste di una parte politica e della popolazione di Mindanao, portò all'abbandono dei colloqui, che avrebbero dovuto aprire la via a formali negoziati di pace. Nelle sue richieste, il Milf precisa che l'esercito deve cessare le ostilità anche contro i tre comandanti ribelli che all'indomani dell'annullamento del Moa riavviarono i combattimenti sul campo. Riporta la notizia l'agenzia stampa missionaria 'Misna'.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©