Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

FILIPPINE, TREGUA NATALIZIA NEI COMBATTIMENTI


FILIPPINE, TREGUA NATALIZIA NEI COMBATTIMENTI
19/12/2008, 15:12

"In armonia con le tradizioni del popolo filippino, il Nuovo Esercito Popolare (Npa) osserverà una tregua dei combattimenti dal 24 dicembre al 1 gennaio", hanno dichiarato i ribelli maoisti con un comunicato pubblicato sul sito web del partito comunista filippino.

I ribelli hanno annunciato il cessate il fuoco dopo l'assicurazione da parte governativa che non sarebbero state lanciate operazioni offensive durante il periodo natalizio. Nonostante questo, la leadership ribelle ha fatto sapere che gli oltre 5 mila membri dell'Npa, operativi in 69 delle 81 province filippine, rimarranno pronti in assetto difensivo poiché non ritengono credibili né il governo, né i militari. Dal 1969 a oggi la ribellione comunista ha causato circa 40 mila vittime, oltre a bloccare la crescita economica del paese. La presidente filippina Gloria Macapagal Arroyo ha ordinato ai militari di sradicare la ribellione maoista entro la fine del suo mandato elettorale, nel 2010. Il generale capo dell'esercito governativo Alexander Yano ha dichiarato la scorsa settimana che dall'anno scorso sono state distrutte più di trenta delle cento basi dei guerriglieri, confidando di riuscire nell'obiettivo assegnatogli dalla presidente.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©