Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Mentre continuano i combattimenti

Filippine: Vagni abbandonato nella giungla?


Filippine: Vagni abbandonato nella giungla?
23/04/2009, 09:04

Dopo l'inizio del blitz armato contro il gruppo di Abu Sayyaf, notizie preoccupanti arrivano oggi a proposito di Eugenio Vagni, l'operatore della Croce Rossa Internazionale, nelle mani dei rapitori dal 15 gennaio scorso. Infatti, in una intervista rilasciata alla emittente filippina GMANews, il capo della polizia, generale Jesus Verzosa, ha detto che il gruppo da loro attaccato non ha l'ostaggio e che forse questo è stato abbandonato nella giungla, al fine di nasconderlo dalle ricerche, per poi riprenderlo in custodia in un secondo momento. Inoltre il governo ha offerto una taglia di 500 mila pesos filippini (circa 10 mila euro, una cifra enorme per un filippino) per chiunque dia informazione atte a ritrovare Vagni. In ogni caso per ora l'ostaggio non è considerato come "rilasciato".
Nel frattempo la Farnesina sta seguendo l'evoluzione della vicenda, in contatto con la Croce Rossa e con il governo di Manila.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©