Dal mondo / America

Commenta Stampa

Il presidente: "Americani fate sentire la vostra voce"

Fiscal cliff, Obama: "Non aumenterò le tasse al ceto medio"

"Dobbiamo controllare l'economia per evitare il tracollo"

Fiscal cliff, Obama: 'Non aumenterò le tasse al ceto medio'
28/11/2012, 19:06

NEW YORK - “La classe media non può permettersi un aumento delle tasse e non se lo possono permettere neanche le aziende”. Lo afferma il presidente americano Barack Obama, sottolineando che se gli sgravi fiscali alla classe media non saranno estesi, dal 1 gennaio le tasse saliranno e questo si tradurrà in 200 miliardi di dollari in meno di spese solo per il 2013, con impatto sulle aziende.  “Mi auguro un accordo sul fiscal cliff prima di Natale” ha poi affermato il presidente americano Barack Obama, sottolineando che l'obiettivo di lungo termine è quello di tenere il deficit e il debito sotto controllo in modo sostenibile. L'economia “andrà giù se sbagliamo” e invita il Congresso ad agire prima di tutto sulle tasse sulla classe media: “Non devono aumentare. Ho la già la penna pronta per firmare un testo di legge in questo senso”. Il presidente americano Barack Obama invita gli americani a far sentire la loro voce nelle trattative sul fiscal cliff e sul no all'aumento delle tasse alla classe media: “twittate e postate su Facebook”. “Iniziamo a lavorare - dice rivolgendosi alla parti coinvolte nelle trattative - su un punto sul quale siamo d'accordo, ovvero no all'aumento delle tasse sulla classe media”. “Facciamo vedere al resto del mondo che siamo adulti e che siamo in grado di risolvere i nostri problemi da soli”.

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©