Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Era accusato di aver bruciato Corano

Folla dà fuoco ad uno straniero


Folla dà fuoco ad uno straniero
22/12/2012, 11:12

PAKISTAN – Un uomo è stato ucciso per aver profanato una copia del Corano. E’ successo ad Hyderabad dove ad uno straniero, lì in viaggio, è stato sottoposto ad una delle pene massime previste della legge del taglione ed è stato bruciato vivo.
Ma procediamo con ordine: la vittima era in viaggio nella provincia meridionale del Sindh,ed aveva trascorso la notte nella moschea di Seeta dove aveva chiesto ospitalità.
Al mattino seguente sembra che l'imam abbia trovato un testo del Corano incenerito.
Il religioso ha poi dichiarato che l’uomo: “Nella moschea era da solo, e dunque non c’era nessun altro che potesse aver fatto una cosa così terribile”.
Gli abitanti sono quindi stati allertati ed hanno picchiato selvaggiamente lo straniero che poi è stato consegnato alla polizia del posto.
Ma un  folto gruppo di facinorosi è entrato nel commissariato ed ha dato fuoco al viaggiatore.
Trenta persone sono state arrestate per l’increscioso gesto e sette agenti sono stati sottoposti a custodia per negligenza in quanto non si sarebbero adoperati per difendere il malcapitato. 

 

 

Commenta Stampa
di Titti Alvino
Riproduzione riservata ©