Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Uccise il compagno di cella e ne divorò il polmone

Francia: 30 anni per il "cannibale del carcere di Rouen"


Francia: 30 anni per il 'cannibale del carcere di Rouen'
25/06/2010, 10:06

ROUEN (FRANCIA) - Nessuna infermità mentale e condanna a 30 anni di carcere per il "cannibale del carcere di Rouen", come è stato soprannominato dalla stampa Nicolas Cocaign, che oggi ha 37 anni. Questa la sentenza del Tribunale di Rouen, in Francia. 
L'uomo nel 2007, mentre era detenuto in attesa di essere processato per stupro, ebbe una lite col suo compagno di cella, Thierry Baudry, di 41 anni, per una questione riguardante le pulizie della cella stessa. Cocaign prese a pugni e calci il compagno, poi gli infilò una busta in testa soffocandolo; dopo di che con un rasoio gli aprì il torace, rimosse una costola e staccò poi un pezzo di polmone, convinto che fosse il cuore, mangiandone un po' crudo e cuocendo il resto su una stufetta improvvisata. "Volevo prendere la sua anima", ha spiegato Cocaign al giudice.
Nella loro cella c'era una terza persona, che non intervenne nella vicenda e che si è suicidato un anno fa.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©