Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Gli ambientalisti contro le autorità locali,che non agiscono

Francia: 36 cinghiali uccisi dalle alghe in putrefazione


Francia: 36 cinghiali uccisi dalle alghe in putrefazione
03/08/2011, 11:08

BRETAGNA (FRANCIA) - I cadaveri di 36 cinghiali sono stati ritrovati nella zona circostante la baia di Saint Bruc, in Bretagna. Ad ucciderli sono stati i gas, altamente tossici, sprigionati da tonnellate di alghe in putrefazione sulle spiagge. Negli anni scorsi, questi gas hanno ucciso anche cani e cavalli, tanto che i privati tengono i loro animali lontano dalle spiagge in questione. Ma rimane il problema: come mai le autorità non provvedono alla pulizia delle spiagge, dato che è noto il pericolo?
E su questo punto in particolare insistono gli ambientalisti, che puntano il dito contro le autorità locali, chiedendo la chiusura delle spiagge fino a pulizia avvenuta. Inoltre, gli stessi ambientalisti hanno fatto notare che l'enorme aumento di alghe, che vengono poi trascinate a riva dalle correnti e sbattute sulla spiaggia, è anche essa una conseguenza dell'attività umana. Più precisamente, è dovuto al fatto che nei fiumi vengono scaricati pesticidi e fertilizzanti, sostanze ricche di nitrati, che sono il cibo che permette alle alghe di proliferare in maniera abnorme.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©