Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Francia, Germania e GB contro il Papa sui preservativi


Francia, Germania e GB contro il Papa sui preservativi
18/03/2009, 15:03

Il Papa, che sta facendo una "due giorni" in Africa, ieri si è lasciato andare a dichiarazioni che rientrano nel suo carattere di integralista-estremista cattolico, anche se contrarie alla realtà. In particolare sui preservativi che - ha detto Benedetto XVI - sono inutili per l'AIDS; anzi, sono dannosi.
Su questo si sono ribellati i governi di Francia, Germania e Gran Bretagna. Il primo a farsi sentire è stato il Ministro degli Esteri francese Bernard Koucher (che è stato uno dei fondatori di Medici Senza Frontiere) che ha dichiarato la sua "vivissima inquietudine" per le conseguenze di quanto dichiarato dal Papa per la lotta contro l'AIDS. Poi è stata la volta dei Ministri tedeschi di Sanità e Sviluppo, che hanno dichiarato che i preservativi sono "l'unico mezzo" per combattere l'AIDS e che qualsiasi altro mezzo sarebbe "irresponsabile".
Anche Cristian Aid, una importante ONG inglese, ha fatto presente che le affermazioni del Papa rischiano di ingenerare molta confusione in un Paese come l'Africa, dove la Chiesa ha un grosso potere unificante.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©