Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Le bimbe avevano 5,11 e 13 anni

Francia: il padre sgozza le tre figlie e poi si suicida


Francia: il padre sgozza le tre figlie e poi si suicida
03/01/2010, 12:01

HAGUENAU - Ci troviamo in Francia, più precisamente nel nord dell'Alsazia e, la storia che stiamo per raccontare, fa parte del lungo e triste filone delle tragedie annunciate e quindi evitabili. Un 48enne di origine marocchina ha difatti sgozzato le sue tre figlie e successivamente si è tolto la vita. Di tragedia evitabile si parla poichè, l'uomo, era già stato condannato a 15 mesi di galera dopo aver rapito la ex moglie, averla legata ad un albero ed averla minacciata di sgozzarla viva se non fosse tornata con lui. La ragazza riuscì però a farsi liberare e, subito dopo, si preoccupò di denunciare il suo ex compagno.
Poi il processo, le gravi accuse e i mesi di priogionia che  sono stati meno di quanti il giudice avesse previsto. Da novembre l'uomo era difatti riuscito ad ottenere uno sconto della pena e si trovava a piede libero. Non solo: sebbene gli fosse stato vietato di avvicinarsi alla ex moglie, la "giustizia" gli aveva incredibilmente concesso di vedere le figlie. Le tre piccole di 5, 11 e 13 anni, avevano passato l'ultimo dell'anno a casa dei nonni paterni ed erano poi state portate nell'appartamento di famiglia subito dopo cena. In quelle ore un raptus deve aver colpito l'uomo che ha deciso di tagliare la gola delle proprie figlie da orecchio ad orecchio prima di suicidarsi. La madre di Sabrina, Narjiss e Nivine (sono questi i nomi delle tre bimbe) è sotto shock insieme a tutta la cittadina. Magari qualcuno un giorno potrà spiegarle per quale motivo un uomo così violento e mentalmente instabile deve avere diritto a stare con delle creature così piccole ed indifese.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©