Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Altre tre persone sono morte in un altro incendio

Francia, incendio in casa: muoiono cinque bambini

Sul posto sono intervenuti oltre 200 vigili del fuoco

Francia, incendio in casa: muoiono cinque bambini
31/03/2013, 11:43

PARIGI - Cinque bambini di età compresa fra i due e dieci anni sono morti in un incendio divampato ieri sera in un'abitazione a Saint-Quentin, nel nord della Francia. L'unico superstite è il padre dei piccoli, che è riuscito a scampare alle fiamme buttandosi dal primo piano della palazzina. L'uomo, separato dalla moglie, vedeva i figli soltanto nel week-end, quando li ospitava a casa sua. Ieri sera però qualcosa è andato storto e intorno alle 22,30 un incendio dalle cause accidentali - secondo quanto riferito dalle autorità locali - ha invaso l'abitazione, provocando la morte dei cinque fratellini, che sono stati soffocati dal fumo sprigionato dalle fiamme. L'intervento dei vigili del fuoco si è rivelato del tutto inutile. Quando sono arrivati sul posto, infatti, i bambini erano già morti per asfissia.
Un altro incendio è divampato sempre in Francia, ieri sera, ad Aubervilliers, non lontano da Parigi, dove un edificio è andato a fuoco provocando la morte di tre persone. Altre quindici persone sono rimaste ferite. Di queste, quattro sono in gravi condizioni. Per spegnere l'incendio sono dovuti intervenire circa 200 vigili del fuoco. Le autorità municipali hanno parlato di un incendio di "origine criminale", provocato probabilmente dal lancio di bottiglia molotov. Tuttavia questa versione non ha ricevuto ancora alcuna conferma. Non ha trovato nessun riscontro neanche l'ipotesi secondo cui l'incendio sarebbe stato provocato dalle pessime condizioni di manutenzione in cui versava l'edificio. Il ministro dell'Edilizia Cécile Duflot, che si è recata sul luogo dell'incendio per verificare di persona i fatti, ha detto che l'edificio risaliva agli anni Venti ma sembrava avere alcun problema in particolare.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©