Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Preparava mix di farmaci e li somministrava agli anziani

Francia, infermiera avvelena sei anziani in casa di riposo

La donna diceva di voler "alleviare i loro dolori"

Francia, infermiera avvelena sei anziani in casa di riposo
12/12/2013, 20:14

CHAMBERY (FRANCIA) - Un’operatrice sanitaria di 30 anni, impiegata in una casa per anziani vicino a Chambery, in Francia, è stata incolpata della morte di sei pazienti della casa di riposo. Le accuse per la 30enne, che ha confessato di aver preparato un miscuglio di farmaci e di averlo somministrato ai pazienti, pur non avendo intenzione di ucciderli ma solo di alleviare i loro dolori, sono di omicidio plurimo e tentato omicidio.

Le indagini sono partite dopo la morte sospetta di una donna di 84 anni, ricoverata pressa la casa per anziani in cui lavorava la donna, la casa di riposo di Cesalet, a Jacob-Bellecombette, un comune vicino a Chambery. L’anziana signora era finita in come improvvisamente lo scorso novembre ed era deceduta due giorni dopo, senza che i medici potessero stabilire le cause della morte. Le analisi tossicologiche, poi, hanno registrato la presenza di sostanze psicotrope nel sangue.

Durante l’interrogatorio l’infermiera ha sostenuto di aver voluto soltanto cercare di alleviare il dolore di molti anziani malati di patologie anche molto pesanti. I magistrati, tuttavia, hanno stabilito che nessuna delle vittime si trovava in fin di vita, ma, anzi, che gli anziani erano in buona salute, con gli acciacchi dovuti all’età.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©