Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

FRANCIA, POLEMICHE SUL TRACCIATO DELL'ALTA VELOCITA'


FRANCIA, POLEMICHE SUL TRACCIATO DELL'ALTA VELOCITA'
12/01/2009, 09:01

Il governo francese avrebbe deciso di scegliere il "tracciato nord" per la futura linea di treno a grande velocità (lgv) sud-est che collegherà Parigi a Nizza, evitando così Marsiglia e Tolone. Lo ha affermato il presidente del consiglio generale delle Alpi marittime, Eric Ciotti, della maggioranza, provocando un vespaio di polemiche e proteste. L'annuncio ufficiale sarà dato dal ministro dell'Ecologia e dello Sviluppo, Jean Louis Borloo, ha detto Ciotti spiegando che la scelta del tracciato nord che passa dalla stazione Tgv di Arbois (Aix-en-Provence) e arriva a Nizza attraverso il centro della regione Var , piuttosto che il tracciato sud "delle metropoli" che collegherebbe Nizza a Parigi passando per Marsiglia e Tolone è dovuta principalmente a motivi economici: evitare le grandi città significa risparmiare tre miliardi di euro (8,5 miliardi per il tracciato nord, 11,5 per quello sud). La notizia è stata accolta negativamente dalle autorità delle Bouches-du-Rhone che appoggiano il tracciato sud, e da quelle delle località del tracciato nord che, secondo il vicesindaco di Aix-en-Provence, Maryse Joissains-Masini, comporterà gravi e inutili disagi agli abitanti dell'entroterra del Var e di Nizza.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©