Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Continua la ricerca del colonnello in Libia

Frattini: Gheddafi va processato all'Aja". Il rais a Sirte?


Frattini: Gheddafi va processato all'Aja'. Il rais a Sirte?
26/08/2011, 12:08

TRIPOLI (LIBIA) - Continua in LIbia la ricerca di Muhammar Gheddafi, che sembra sparito, dopo che nei giorni scorsi il suo bunker e il suo rifugio sono stati invasi e conquistati dai ribelli. Secondo la Francia, il rais libico è tornato nella sua città natale, SIrte, che è una zona che gli è ancora fedele. Per questo nella notte aerei della Nato - per lo più inglesi - hanno bombardato la città.
Intanto si fa sentire il Ministro degli Esteri Franco Frattini, ai microfoni di Radio 1. Parlando di Gheddafi, Frattini ha sottolineato che sarebbe un bel segnale se il colonnello venisse catturato e poi processato al Tribunale penale internazionale de L'Aja. Ha poi detto che le truppe di Gheddafi hanno trucidato oltre 20 mila civili negli ultimi tempi. Poi, parlando dell'Italia, ha specificato che non c'è l'intenzione per l'Italia di inviare truppe di terra, nè sono state inviate in precedenza. Inoltre ha detto che gli impianti italiani di trivellazione ed estrazione petrolifera in Libia non sono stati danneggiati. E ha aggiunto: "Non c'è una corsa a chi arriva primo in Libia. Non dobbiamo dimenticare che il protagonista deve essere il popolo libico. Non ci può essere un approccio quasi colonialistico. In Libia ci sono classi dirigenti e giovani preparati, e noi vogliamo aiutare la capacità dei libici di fare del bene al proprio paese".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©