Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Ma l'acqua radioattiva continua a finire in mare

Fukushima: deciso lo smantellamento della centrale nucleare


Fukushima: deciso lo smantellamento della centrale nucleare
31/03/2011, 09:03

FUKUSHIMA (GIAPPONE) - Ormai il destino della centrale nucleare di Fukushima è stabilito: verrà smantellata, appena sarà possibile farlo in sicurezza. E' quanto annuncia il premier giapponese Naoto Kan. Ma non si prevede, allo stato attuale, di evacuare una zona più ampia di quella attuale, che è stata fissata a 30 Km. dalla centrale. E questo nonostate livelli abbastanza alti di radioattività siano stati registrati anche nella città di Iitate, a 40 Km. dalla centrale.
Ma l'aspetto più preoccupante ora è l'altissima concentrazione radioattiva presente in mare: 3-4000 volte più alta del normale. Si tratta di livelli che si spiegano solo con uno scarico - volontario o casuale, ancora non si sa - di acqua che è stata a contatto con l'uranio o il plutonio della centrale. Il timore è che la spaccatura della vasca dei reattori 2 o 3 (non si è saputo ancora con esattezza) crei un flusso di acqua che, dopo essere stata a contatto con la barre di uranio e quindi aver assorbito molta radioattività, finisce a mare. Con tutto ciò che ne consegue. Ma la Tepco, la società giapponese che gestisce la centrale nucleare, non è mai stata chiara sulla situazione e non lo è neanche adesso. Quindi i dubbi su ciò che accade sono ancora molti.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©