Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Turni di 10 minuti, per non assorbire troppe radiazioni

Fukushima: i tecnici entreranno nell'edificio del reattore 1

Le barre di combustibile nucleare sono molto danneggiate

Fukushima: i tecnici entreranno nell'edificio del reattore 1
05/05/2011, 09:05

FUKUSHIMA (GIAPPONE) - Per la prima volta dal 12 marzo - giorno dell'esplosione - questa mattina dei tecnici della Tepco, la società che gestisce l'impianto, sono entrati nell'edificio 1 della centrale nucleare di Fukushima, in Giappone. Si tratta di 12 persone, che dovranno sistemare un condotto per l'aspirazione dell'aria contaminata che è all'interno del reattore. Ma la radioattività è molto elevata all'interno del reattore, tanto che è stato deciso che i tecnici lavoreranno in gruppi di tre e con turni di soli 10 minuti. In questa maniera si dovrebbe riuscire a contenere l'irraggiamento al di sotto dei 3 millisievert. Una quantità comunque non minima, se pensiamo che equivale a quello che si subisce quando si fa una Tac.
La sistemazione del condotto è il primo passo per la messa in sicurezza della centrale. Una volta aspirata l'aria contaminata, la quantità di radiazioni dovrebbe ridursi e permettere ai tecnici, nei prossimi giorni, di riparare le apparecchiature. Infatti, nonostante tutto, la centrale funziona comunque con i sistemi di emergenza, e bisogna passare prima possibile alla riattivazione dei sistemi "ordinari", molto più potenti ed efficaci di quelli usati ora. Ma tutto questo non avverrà prima di tre giorni: tanto ci vorrà per l'aspirazione dell'aria.
Dopo di che verrà installato un sistema che consenta il riciclaggio e la depurazione dell'acqua contaminata dalle radiazioni, in modo da continuare a raffreddare il reattore, dato che la reazione è controllata a stento: il 55% delle barre di uranio sono danneggiate e sviluppano un calore eccessivo. Solo dopo si comincerà a verificare il sistema per asportare l'uranio dal reattore in sicurezza.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©