Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Ancora pericolo di esplosioni e fughe radioattive

Fukushima: la radioattività è oltre i limiti di sicurezza

I misuratori oltre i 50 millisievert l'ora, livello letale

Fukushima: la radioattività è oltre i limiti di sicurezza
18/04/2011, 09:04

FUKUSHIMA (GIAPPONE) - Nonostante la Tepco ostenti sicurezza, la situazione di Fukushima resta critica. La società che gestisce la centrale nucleare ieri ha presentato un piano per risolvere il tutto entro nove mesi al massimo, ma per ora è impossibile anche solo avvicinarsi alla zona del reattore. Sono stati mandati due robot telecomandati muniti di contatori geiger a misurare le radiazioni nei reattori e i dati sono sconfortanti. Nel reattore uno le radiazioni oscillavano tra 10 e 50 milliesievert l'ora, mentre al reattore tre sono comprese tra i 27 e i 59 millisievert l'ora. Per fare un paragone, una radiografia sono circa un millisievert di radiazioni. 100 millisievert sono immediatamente mortali (nel senso che è garantito lo sviluppo di leucemie e tumori). Con questi livelli di radiazioni, se una persona cominciasse a lavorarci, gli basterebbe un'ora per essere condannato a morte dalle radiazioni. E forse anche meno.
In tutto questo, resta da vedere se la Tepco riuscirà a mantenere quanto promesso, cioè bloccare ogni fuga radioattiva entro 3 mesi. E anche così, i danni finora creati sono abnormi. E anche i 50 miliardi di yen (circa 400 milioni di euro) promessi dalla società come indennizzo per i danni creati appaiono irrisori, rispetto all'effettivo danno creato.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©