Dal mondo / Giappone

Commenta Stampa

L'Agenzia per la sicurezza nucleare minimizza gli effetti

Fukushima, trovato in mare iodio radioattivo


Fukushima, trovato in mare iodio radioattivo
30/03/2011, 09:03

FUKUSHIMA - L'Agenzia per la sicurezza nucleare giapponese ha reso noto che nel mare a trecento metri dalla centrale nucleare di Fukushima è stato misurato un tasso di iodio radioattivo 3.355 volte superiore al limite legale. Secondo Hidehiko Nishiyama, vicedirettore generale dell'agenzia, gli effetti dovuti all'acqua di mare radioattiva dovrebbero essere minimi, perchè l'attività di pesca nella zona è stata fermata ed inoltre sono state evacuata le persone che vivevano nelle vicinanze. I media giapponesi, il giornale Nikkei e l'agenzia Kyodo hanno fatto sapere che il presidente della Tepco Shimizu è stato ricoverato per una pressione arteriosa troppo elevata.
L'ultima sua comparsa in pubblico è avvenuta il 13 marzo nel corso di una conferenza stampa, dopo che il terremoto e lo tsunami hanno distrutto il nordest del Giappone. Intanto i funzionari governativi americani hanno reso noto che durante una conversazione a telefono il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama ed il primo ministro giapponese Naoto Kan hanno deciso di cercare insieme una soluzione per affrontare la crisi nucleare della centrale di Fukushima.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©