Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Si scopre che il leader di Hamas ucciso lavorava per la pace

Gaza: 17 morti e 130 feriti, il bilancio degli attacchi israeliani

Un razzo sorvola Tel Aviv, il governo accusa l'Iran

Gaza: 17 morti e 130 feriti, il bilancio degli attacchi israeliani
15/11/2012, 18:24

TEL AVIV (ISRAELE) - Il primo bilancio degli attacchi israeliani a Gaza, dopo 24 ore di bombardamenti aerei, è di 17 morti e 130 feriti, almeno finora. Tra i morti, un bambino di 7 anni, una bambina di 3 anni, un bambino di 11 mesi e una donna incinta. Si tratta di quasi tutti civili; tra le poche eccezioni, AHmed al Jaabri, uno dei leader di Hamas. Nelle settimane scorse Jaabri stava cercando di organizzare una riunione per raggiungere un accordo con il governo di Abu Mazen; tentativi interrori dalla sua morte. 
Ma l'operazione militare non è sospesa, sta continuando, anche se ad intensità più bassa. Anche se, dopo il lancio di un razzo su Tel Aviv, è possibile che si intensifichi di nuovo. Il razzo è stato lanciato da Gaza e fonti della Jihad islamica hanno riferito che si trattava di un razzo Fajr 5, di fabbricazione iraniana. Comunque non è stato possibile appurare nulla, perchè il razzo era completamente fuori bersaglio ed è finito in mare.  
Secondo fonti israeliane, i razzi lanciati da Gaza hanno ferito 4 parsone e si è diffusa la voce di tre persone uccise dal crollo della palazzina in cui abitavano; ma è chiaro che i razzi Qassam non sono in grado di ottenere questo effetto.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©