Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

GAZA, 40 RAID ISRAELIANI COLPISCONO RACCOFORTE HAMAS. DISTRUTTO ANCHE UN OPSEDALE


GAZA, 40 RAID ISRAELIANI COLPISCONO RACCOFORTE HAMAS. DISTRUTTO ANCHE UN OPSEDALE
10/01/2009, 09:01

Per l'intera notte e ancora di primo mattino sono proseguite le incursioni aeree d'Israele su ogni settore della Striscia di Gaza, per un totale di una quarantina di raid che hanno preso di mira, secondo una portavoce militare dello Stato ebraico, rampe per il lancio di razzi e officine clandestine per la messa a punto degli ordigni, arsenali e tunnel per il contrabbando di armi. Nel centro dell'enclave palestinese è però stato colpito anche un complesso ospedaliero: un muro perimetrale è stato demolito dall'esplosione di un missile, e un addetto è rimasto ferito.
 A Rafah, all'estremità sud del piccolo territorio, i bombardamenti per far crollare i cunicoli attraverso cui passano i rifornimenti bellici destinati alle formazioni estremistiche hanno condotto alla distruzione di un grande trasformatore elettrico, e la città è così rimasta priva di corrente. Almeno quindici i guerriglieri palestinesi uccisi nelle ultime ore, non soltanto di Hamas ma anche della Jihad Islamica: questi ultimi hanno perso la vita in scontri a fuoco con gli occupanti nel campo profughi costiero di Beach Camp.
 Quasi ovunque si sono registrati combattimenti di terra tra truppe israeliane e milizie palestinesi, con queste ultime che hanno avuto pressocchè sempre la peggio.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©