Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

GAZA: 400 MILA PALESTINESI SENZA ACQUA, 100 MILA PROFUGHI


GAZA: 400 MILA PALESTINESI SENZA ACQUA, 100 MILA PROFUGHI
22/01/2009, 13:01

Terribile il rapporto della Croce Rossa Italiana che parla di oltre 400 mila persone nella Striscia di Gaza che si trovano in zone dove non arriva l'acqua, con la prospettiva di veloci diffusioni di epidemie e malattie mortali. Inoltre ci sono dalle 70 alle 100 mila persone che sono considerati profughi, e che comprendono sia coloro che hanno una casa, ma sono scappati per paura della guerra e sia coloro che invece una casa non l'hanno più. Per esempio, tutti coloro che abitavano in una fascia di 800 metri al confine con l'Egitto. Israele si è accanito particolarmente contro quegli edifici e li ha rasi al suolo tutti, senza alcuna eccezione. Avvisando che si riserva di riprendere gli attacchi aerei, in quella zona ed anche in altre, senza preavvisi di sorta. E il Ministro degli Esteri israeliano Tipzi Livni ha escluso che vengano riaperti i valichi tra Israele e Gaza, in mancanza di un controllo assoluto da parte di Tel Aviv. Il motivo ufficiale è per impedire il riarmo di Hamas, ma visto che Israele impedisce il passaggio di aiuti umanitari e che si è accanita nell'ultima guerra sui depositi alimentari, sembra proprio che voglia semplicemente far morire di fame i palestinesi.

Nel frattempo, questa mattina una motovedetta israeliana si sono avvicinate alla costa palestinese e ha aperto il fuoco con i cannoni verso la spiaggia, ferendo gravemente due persone che in quel momento passavano di là. Altre motovedette invece hanno sparato su pescherecci palestinesi intenti a pescare.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©