Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

GAZA: ISRAELE BOMBARDA SCUOLA ONU, 6 MORTI


GAZA: ISRAELE BOMBARDA SCUOLA ONU, 6 MORTI
17/01/2009, 09:01

Sei persone (tra cui almeno una donna e un bambino) sono state uccise questa mattina nel bombardamento israeliano di una scuola gestita dalle Nazioni Unite a Beit Lahiya, nel Nord della Striscia di Gaza, dove civili che fuggivano dagli scontri avevano trovato rifugio. Lo si apprende da fonti mediche e da testimoni.

L'attacco ha anche provocato un incendio nell'edificio della scuola. Si tratta della quarta volta che gli israeliani colpiscono una scuola gestita dall'Unrwa (l'agenzia dell'Onu per i rifugiati palestinesi) dall'inizio dell'offensiva 'Piombo Fuso'.

Attorno all'edificio, a Beit Lahiya, infuriano intanto i combattimenti, in cui mezzi corazzati israeliani affrontano i miliziani palestinesi. Sempre nel nord della Striscia di Gaza, a Beit Hanun, fonti mediche palestinesi riferiscono che una bambina di due anni morta nell'esplosione di una granata israeliana, mentre a Karama, sempre nel nord, tre palestinesi sono rimasti uccisi da una cannonata sparata da un tank.


ONU, RISOLUZIONE ASSEMBLEA PER CESSATE IL FUOCO

L'Assemblea generale dell'Onu ha adottato a larga maggioranza una risoluzione che ''esige senza condizioni il rispetto della risoluzione 1860 del Consiglio di Sicurezza che chiedeva un immediato e duraturo cessate il fuoco e il ritiro totale delle forze israeliane da

Gaza per permettere la distribuzione di aiuti umanitari''. La risoluzione 1860 del Consiglio di Sicurezza, adottata l'8 gennaio, e' stata finora ignorata da Israele.


 

OGGI ISRAELE DECIDE TREGUA DOPO INTESA CON USA
A tre settimane dall'inizio, l'operazione 'Piombo Fuso' lanciata da Israele contro Hamas a Gaza volge al termine. ''Siamo nel suo atto finale'', ha detto un portavoce del governo israeliano, che oggi si riunira' per decidere sull'ipotesi di un cessate il fuoco unilaterale, alla luce dell'accordo raggiunto nelle ultime ore con gli Usa sul pattugliamento dei confini per impedire il riarmo di Hamas. A Gaza intanto si continua a combattere: almeno 20 miliziani - dice un portavoce militare a Tel Aviv - sono stati colpiti dal fuoco dei soldati israeliani. E da parte loro i miliziani di Hamas hanno colpito a ripetizione con i loro razzi diverse citta' israeliane, fra cui Sderot, Ashqelon, Ashdod e Beer Sheva.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©